Bus disabili incendiati, Bonanno: “Non lasceremo sola Partinico”. Rizzotto: “Atto criminale”

Continua a tenere banco il caso dei pulmini per alunni disabili incendiati a Partinico: proseguono le indagini per identificare i responsabili e si susseguono le reazioni dal mondo politico in merito all’accaduto e le iniziative a sostegno del Comune del palermitano, dove il servizio sarà garantito dall’AST fino alla sua riattivazione.

Vicinanza al sindaco di Partinico De Luca è stata espressa da Domenico Bonanno, coordinatore dei giovani di Diventerà Bellissima: “Atti del genere meritano una condanna immediata e soprattutto una risposta unanime da parte della Politica e della cittadinanza, auspichiamo che i responsabili vengano presto individuati ed assicurati alla giustizia. Una vergogna di inaudita gravità, un atto criminale, che colpisce tutta Partinico e soprattutto i più deboli”.

Bonanno, dopo una visita della delegazione guidata da Alessandro Aricò, ha anche esposto le iniziative del partito: “Contribuiremo con impegno e risorse, con l’obiettivo di aiutare il Comune nella raccolta delle somme necessarie per riacquistare i pulmini per il servizio di trasporto dei disabili. Non lasceremo soli gli amministratori ed i cittadini perbene di Partinico. Noi ci siamo”.

Tony Rizzotto, deputato della Lega all’Assemblea Regionale Siciliana esprime invece il proprio apprezzamento per la scelta dell’Ars di mettere a disposizioni i fondi necessari alla riattivazione del servizio e sottolinea: “L’incendio che ha distrutto i due bus per disabili di proprietà del Comune di Partinico è un atto ignobile e crudele. Piena solidarietà all’amministrazione comunale di Partinico e alla cittadinanza. Spero che le indagini portino quanto prima alla individuazione dei degli autori di tale gesto criminale”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI