Calci e pugni durante una rapina, 83enne in pensione muore nel Catanese: un fermo

E’ stato fermato dai Carabinieri di Catania un romeno di 27 anni, accusato di rapina commessa nella notte tra i 4 e il 5 settembre scorso in cui un uomo perse la vita.

Si trattava di un avvocato 83enne in pensione, colpito fatalmente all’interno della propria abitazione nel Comune di Castel di Iudica lo scorso 9 settembre.

Le indagini svolte, coordinate dalla Procura della Repubblica di Caltagirone, hanno consentito ai militari di risalire al rapinatore, anche grazie ad una traccia di DNA estratta da una bottiglia di birra: l’uomo l’aveva con se durante l’omicidio.
Il 27enne è stato bloccato mentre tentava di fuggire per rientrare nel suo paese d’origine.

PALERMO, UOMO ACCOLTELLATO IN UN APPARTAMENTO IN VIA MARINUZZI: INDAGA LA POLIZIA

COVID IN SICILIA, NUOVI CASI IN AUMENTO DEL 23,56%: IL BOLLETTINO SETTIMANALE

MAFIA A CATANIA, SI COSTITUISCE IL LATITANTE SFUGGITO ALL’OPERAZIONE “SANGUE BLU”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI