grande interesse sul Palermo cakcio sei offerte pervenute

Calcio, dichiarato fallito il “vecchio” Palermo. Respinta l’ipotesi di concordato

L’Us Città di Palermo, il cosiddetto “vecchio Palermo” legato ad Arkus e ai fratelli Tuttolomondo, è stato dichiarato fallito. Il colpo di grazia, atteso da tempo, è arrivato dal Tribunale di Palermo (sezione fallimentare), dopo che il collegio – composto dalla presidente Gabriella Giammona e dai giudici Giuseppe Rini e Flavia Coppola Giudice – ha dichiarato improcedibile la domanda di concordato presentata dal club.

Il tribunale ha nominato come Giudice delegato Gabriella Giammona e come curatori l’avv. Calogero Pisciotta ed il dott. Gabriele Palazzotto e ordina al legale rappresentante della società fallita di depositare in Cancelleria, entro tre giorni, i bilanci e le scritture contabili e fiscali obbligatorie, nonché l’elenco dei creditori.

Viene fissata inoltre per il 10 febbraio 2020 l’adunanza in cui si procederà alla verifica dello stato passivo: i creditori e i terzi interessati dovranno rispettare il termine perentorio di trenta giorni prima dell’adunanza per presentare quella che in termine tecnico è chiamata “domanda di insinuazione”. Nel dispositivo della sentenza vi è anche l’immediata apposizione dei sigilli sui beni della società e la redazione dell’inventario.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI