Caltagirone, ausiliario rubava i farmaci dell’Ospedale: agli arresti domiciliari un 61enne

I Carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari per peculato Vito Pappalardo, 61 anni, un ausiliario in servizio nel reparto Medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza dell’ospedale ‘Gravina e Santo Pietro’ di Caltagirone.

Le indagini del sostituto procuratore Alessandro Di Fede hanno permesso di ricostruire un quadro gravemente indiziario nei confronti di Pappalardo in quanto trovato in possesso, presso la sua abitazione, di un’ingiustificata quantità e tipologia di farmaci, gran parte dei quali a uso esclusivo ospedaliero.

Pappalardo ha potuto sottrarre i farmaci grazie al suo incarico che gli avrebbe permesso di spostarsi liberamente all’interno del presidio e di accedere ai farmaci destinati ai pazienti.  L’indagine è stata condotta anche attraverso intercettazioni telefoniche e accertamenti specifici dai carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità di Catania che hanno tracciato i medicinali.

Pappalardo a maggio fu coinvolto, assieme ad altre otto persone, nell’operazione Requiem, che ha sgominato un’organizzazione che con minacce e violenze eliminava la concorrenza per accaparrarsi, nell’ospedale di Caltagirone, lo svolgimento dei servizi funebri.

SALDI INVERNALI IN SICILIA, SI PARTE UFFICIALMENTE IL 2 GENNAIO: “GIUSTO ANTICIPARE LA DATA”

MALTEMPO, ALLERTA METEO GIALLA IN TUTTA LA SICILIA PER IL 3 DICEMBRE: RISCHIO TEMPORALI

DROGA, OPERAZIONE NEL RAGUSANO: ESEGUITE 17 MISURE CAUTELARI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI