Caltanissetta, falsi crediti d’imposta: indagati consulente fiscale e 140 clienti

A Caltanissetta un consulente fiscale di 49 anni stato interdetto dalla professione dopo che la Guardia di Finanza ha scoperto che creava inesistenti crediti d’imposta per garantire ai suoi clienti, residenti prevalentemente in Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, risparmi fiscali per oltre 20 milioni di euro e la definizione di liti pendenti con Enti di riscossione.

Il provvedimento cautelare dispone anche il sequestro di beni per oltre 4 milioni nei suoi confronti e di altri 90 dei 140 indagati complessivi, tra persone fisiche e società. Per 140 clienti del professionista la Procura ha rilevato anche violazioni di carattere penale configurando il reato di “indebite compensazioni”. Nei loro confronti erano stati già eseguiti, durante lo svolgimento delle indagini, altri sequestri preventivi per un importo equivalente alle imposte non versate, pari a circa 8 milioni di euro, portando a 12 milioni il valore dei beni a cui sono stati posti i sigilli.

Gli accertamenti delle Fiamme gialle hanno riguardato anche l’elevato tenore di vita del consulente fiscale e hanno consentito di individuare e sottoporre a sequestro, a garanzia delle somme frodate al fisco, oltre a un immobile e a disponibilità finanziarie, cinque auto, compresa una Ferrari, motoveicoli, numerosi orologi di pregio e anche alcuni lingotti e monete d’oro.

SICILIA IN ZONA GIALLA: COSA CAMBIA

COVID IN SICILIA, DUE NUOVE “ZONE ROSSE”

DA LUNEDÌ VACCINO AGLI OVER 40: TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI