Caltanissetta, reddito di cittadinanza e truffa all’Inps: oltre cento indagati

Una truffa scoperta dalla Digos di Caltanissetta su dei percettori del Reddito di cittadinanza che, con la complicità di quattro titolari di negozi, simulavano acquisti e convertivano in denaro gran parte della somma erogata dall’Inps, a fronte del trattenimento di una percentuale.

L’operazione portata è denominata “Cash Point” ed è coordinata dalla locale Procura. Eseguita la misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare l’attività imprenditoriale.

Sono diversi gli episodi truffa aggravata commessa ai danni dell’Inps in concorso materiale e morale con oltre cento cittadini italiani ed extracomunitari, tutti percettori del Reddito.

Le presunte transazioni fittizie, nell’arco di soli tre mesi, sarebbero state pari a 125.740 euro. Registrate tramite i sistemi di video sorveglianza immagini dei percettori del sussidio che “nelle giornate di accredito e in quelle immediatamente successive, sembravano uscire dagli esercizi commerciali, senza, apparentemente, aver effettuato alcun acquisto e, in taluni casi, con banconote o carte di pagamento elettronico tra le mani”.

Nel corso delle perquisizioni eseguite all’interno dei negozi sono state sequestrate carte di reddito di cittadinanza appartenenti a vari soggetti. Su quanto rinvenuto verranno svolti ulteriori accertamenti.

ARRESTATO UN LATITANTE A CEFALÙ: ERA RICERCATO PER OMICIDIO IN ALBANIA DAL 2000

FESTINO DI SANTA ROSALIA, VIETATI I SUPERALCOLICI E SOSPESE LE CONCESSIONI DI SUOLO PUBBLICO

SIRACUSA, COLPI DI FUCILE CONTRO L’AUTO DEL DELEGATO DEL SINDACO: “NO A INTIMIDAZIONI”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI