Campo nomadi di Palermo: via allo sgombero. Incendio e tragedia sfiorata nella notte

E’ già iniziata la prima fase delle operazioni che nella giornata di venerdì porteranno allo sgombero del campo nomadi di Palermo nel parco della Favorita, dove nelle notte però si è sfiorata una tragedia: una roulotte ha infatti preso fuoco introno alle 3 di notte, probabilmente per un corto circuito ad una stufa; una ragazza è stata tratta in salvo dopo che un cane si è messo ad abbaiare permettendo ai padroni di dare l’allarme.

I vigili del fuoco sono riusciti a spegnere le fiamme prima che propagassero anche alle altre costruzioni che saranno sgomberate entro venerdì con l’ausilio dei Carabinieri, vigili urbani e agenti della polizia municipale a supporto delle maestranze del Comune e della Rap. Lo sgombero doveva iniziare entro giovedì 4 aprile, ma già oggi (mercoledì, ndr.) le ruspe sono entrate in azione per abbattere le baracche già rimaste vuote. Al momento sono circa 60 i nomadi presenti nel campo.

A commentare con soddisfazione l’imminente sgombero del campo nomadi è Igor Gelarda capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Palermo e responsabile regionale enti locali del partito: “È un momento importante per la
città di Palermo: finalmente dopo tanti, troppi anni, il campo nomadi della Favorita viene sgomberato e tornerà ai cittadini palermitani. Palermo viene liberata da questa vergogna, ma non grazie al sindaco Orlando. È dovuta infatti intervenire la Procura per  costringere il primo cittadino a sgomberare le baracche”.

Dopo lo sgombero bisognerà poi procedere alla risistemazione delle famiglie rom che lasceranno l’area: “Siamo disposti a collaborare, come credo tutti i palermitani purché – dice Gelarda – ci vengano dette le cose chiaramente e non si cerchino scorciatoie che non siano a vantaggio della città. Chiediamo la pulizia e la bonifica del campo, una volta terminate le operazioni di sgombero e auspichiamo, visto che l’area è di proprietà regionale, un incontro con il governo Musumeci per conoscere quale è il progetto per la sua riqualificazione”.

Categorie
attualitàpolitica
Facebook

CORRELATI