Camporeale, omicidio al culmine di una rissa: 26enne ucciso, confessa l’assassino

Omicidio a Camporeale, in provincia di Palermo, al termine di una violenta rissa. La vittima è un giovane di 26 anni, Benedetto Ferrara, ucciso con alcuni colpi di arma da fuoco in piazza Marconi, a poca distanza dalla Chiesa principale. Sono risultati vani i tentativi di salvarlo portati dai soccorritori del 118.

Il giovane che ha sparato, Michele Mulè di 28 anni, è subito scappato ma è stato poi fermato dai carabinieri della compagnia di Partinico e ha ammesso le proprie responsabilità. E’ stato lui stesso a indicare ai carabinieri il luogo in cui si nascondeva e ha poi consegnato la pistola con cui ha ucciso Benedetto Ferrara.

Il delitto ha uno sfondo passionale. Mulè riteneva che Ferrara stesse importunando una ragazza che lo aveva lasciato per poi fidanzarsi con Mulè. L’accusa per Mulè è omicidio volontario. Dopo i primi accertamenti è stato trasferito nel carcere palermitano di Pagliarelli.

La notizia dell’omicidio ha ovviamente fatto subito il giro del paese. Don Antonio Caruso, arciprete di Camporeale, ha espresso sui social il proprio dolore esprimendo viva condanna per l’omicidio e la propria vicinanza ai familiari della vittima.

CORONAVIRUS: IL BOLLETTINO DELLA SICILIA (15 OTTOBRE)

COVID: FIRMATA L’ORDINANZA REGIONALE

MUSUMECI: “DIPENDENTI REGIONALI? IL 70% E’ INUTILE”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI