Cancelleri sul Movimento 5 Stelle: “O si evolve o esplode: serve un partito light”

“Dobbiamo organizzarci: una struttura leggera, diversa dai partiti tradizionali, ma efficace. Un qualcosa di nazionale che coordini dei referenti regionali su agricoltura, scuola, imprese, lavoro, ambiente. Un partito light”.

Questo è il futuro del Movimento 5 Stelle secondo Giancarlo Cancelleri, leader del movimento che in Sicilia, ha spiegato, “è di gran lunga la prima forza”, riuscendo a “crescere, rispetto al 2014, dal 26 al 32%”.

Della proposta, ha affermato in un’intervista a La Sicilia di Catania, ha “parlato con Luigi Di Maio” e pensa che “la sua idea di un comitato politico vada in questa direzione”.

“Io posso dare un contributo in termini di proposte – ha aggiunto – ma soprattutto pretendo che, visti i risultati, le istanze dei siciliani vengano ascoltate. Il nostro modello è vincente”.

Il tema di dimissioni del capo politico “non mi affascina”, ha detto. “Luigi ha dato tanto, tantissimo, in termini di credibilità del M5s – osserva – lui è pronto a prendersi le sue responsabilità, ma togliere Di Maio per mettere un altro non serve. Abbiamo avuto una crescita impetuosa e da quasi un anno siamo forza di governo: il movimento ha bisogno di evolversi”.

“Gianroberto (Casaleggio, ndr) aveva una visione – ha sottolineato Cancelleri – ma non è che possiamo restare identici a noi stessi per sempre. E poi lui stesso sarebbe stato il primo a capire che bisogna cambiare. La nostra struttura non è più sufficiente. Il problema non è più l’incapacità di crescere, ma il rischio di crollare. O ti evolvi o esplodi”. Il futuro “è nel partito light”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI