Cantieri di lavoro, bando rinviato a data da destinarsi: interrogazione di Pullara

“L’assessore regionale al lavoro Antonio Scavone ha annunciato in pompa magna la riapertura dei termini per l’inserimento dei disoccupati nelle apposite graduatorie dei centri per l’impiego con compensi di 900 euro al mese, ma con la circolare del 28 aprile scorso si comunica che è stata rinviata la pubblicazione del bando a data da destinarsi“. É quanto afferma Carmelo Pullara, deputato regionale e segretario del movimento Onda, che annuncia la presentazione di una interrogazione.

“E’ inconcepibile – afferma Pullara – Prima si fanno gli annunci e poi si fa marcia indietro. Così come affermato – spiega Pullara – dallo stesso Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, numerosi centri per l’impiego hanno segnalato l’esaurimento delle graduatorie comunali, e che l’ultimo aggiornamento risale al 2018. Gli stessi operatori hanno evidenziato la difficoltà ad avviare e completare sia i cantieri di lavoro comunali che quelli per gli enti di culto”.

“In questo momento storico – continua Pullara – in cui la pandemia ha letteralmente abbattuto il mondo del lavoro e quasi azzerato le offerte rendendo ad un lumicino le opportunità per i numerosi disoccupati che cercano occupazione, si alimentano le speranze facendo gradi annunci e comunicati che dal 3 maggio si riaprono i termini per l’iscrizione al bando dei cantieri di lavoro e poi il 28 aprile si comunica il dietrofront con un semplice ed evasivo “bando rinviato a data da destinarsi”. Il popolo siciliano ha bisogno di puntualità e concretezze non possiamo più permetterci di essere incerti e superficiali con chi soffre per colpa di una politica sempre più arrogante e inconcludente”.

L’assessore Scavone, ha risposto a Pullara, sottolineando che è già disponibile nella sezione del dipartimento Lavoro del portale della Regione Siciliana la modulistica per l’inserimento nelle liste del personale da impiegare nei cantieri di lavoro. La riapertura delle graduatorie, al momento, non riguarda le Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina.

“Appare inoltre opportuno informare e rassicurare l’utenza – afferma l’assessore – così come da comunicazione affissa in tutti i Centri per l’impiego dell’Isola sin da lunedì scorso, che proprio per ottemperare alle disposizioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e nel rispetto dei protocolli sanitari inerenti l’emergenza Covid-19, abbiamo previsto un ampio margine di tempo per consentire la presentazione delle istanze”. Le domande si potranno presentare dal 10 al 30 maggio.

SANITA’ IN SICILIA, TORNA RAZZA?

ZONE ROSSE IN SICILIA: UNDICI PROROGHE E TRE NUOVE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 5 MAGGIO 2021

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI