Carfagna: “Il Recovery è un’opportunità irripetibile per la Sicilia. Il Ponte sullo Stretto…”

Mara Carfagna, ministro per il Sud e la coesione territoriale, è stata intervistata per Repubblica e ha parlato dell’impatto che il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza potrà avere sulla Sicilia. Un’occasione unica per la regione, che potrebbe rilanciare in un periodo difficilissimo.

La mia speranza è che le classi dirigenti capiscano l’irripetibile opportunità del momento – afferma – . Per un ventennio ci siamo lamentati delle politiche di austerity sui bilanci. Abbiamo sacrificato al dovere di ripianare i debiti delle generazioni passate ogni investimento, ogni infrastruttura sociale, ogni spesa per lo sviluppo. E adesso che le risorse ci sono, chi potrà più guardare in faccia gli italiani, i meridionali, i siciliani, se non saprà fare il suo dovere? Il governo sta studiando diverse forme di sostegno, comprese task force di supporto, ma non può certo sostituirsi a chi, sul territorio, deve progettare e realizzare”.

“Tra gli interventi principali ci sono l’alta velocità sulla tratta Palermo-Messina-Catania e gli importanti investimenti sui porti e sulle due “Zone economiche speciali” dell’isola, per un totale di 325 milioni – continua – . Le aree interne avranno “ossigeno” attraverso una quota importante dei 300 milioni destinati al Sud. Ma aggrediremo anche il problema della dispersione idrica, orientando verso la Sicilia percentuali significative dei 300 milioni del React-Eu stanziati per gli acquedotti del Mezzogiorno”.

Il Ponte sullo Stretto è tornato a essere uno dei temi più caldi e Carfagna dice in merito: “Nella mia visione è una priorità. Può essere fatto con risorse nazionali e presto la relazione del Comitato appositamente insediato ci dirà anche quale modello è preferibile. Ma non facciamo gli ingenui: il Ponte è una di quelle grandi opere che cambiano un Paese. Serve un accordo politico forte per arrivare fino in fondo. L’opera non è una bandierina politica di questo o di quello, inutile tagliare il nastro se poi sarà un’altra incompiuta. Dobbiamo promuovere un “Patto per il Ponte” che regga nel tempo”.

CANICATTÌ, SEQUESTRATI DUE CHILI DI MARIJUANA 

COVID, AL VIA LE VACCINAZIONI DI MASSA NELLE ISOLE MINORI 

VACCINI, SICILIA ULTIMA PER SOMMINISTRAZIONI SU DOSI CONSEGNATE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI