Caro voli in Sicilia, emendamento di Forza Italia: “Istituire fondo da 100 milioni”

Forza Italia ha presentato in conferenza stampa al Senato l’emendamento alla manovra che intende presentare per istituire un fondo da 100 milioni di euro l’anno per la copertura degli oneri dei servizi aeroportuali e combattere il “caro-prezzi” dei biglietti aerei da e per la Sicilia. L’obiettivo è ottenere delle tariffe “sostenibili” per i voli, in virtù del riconoscimento dello status di insularità.

L’emendamento proposto da Forza Italia prevede di stanziare un fondo che sia girato alla Regione Siciliana: la Regione sarebbe chiamata a fare proposte operative al ministero dei Trasporti da trasmettere alla Commissione europea per individuare, misure specifiche, rotte e tipologie di sconti da applicare.

Renato Schifani definisce la questione un “vulnus inaccettabile” e afferma: “I prezzi sono elevatissimi specialmente da Palermo e Catania verso il Continente, a volte superano i 500 euro a tratta. Una cosa inaccettabile dovuta a un fatto oggettivo e a uno speculativo: la compagnia Vueling ha sospeso i collegamenti per la Sicilia (ce n’erano due al giorno per Palermo e altrettanti per Catania) così i passeggeri si sono spostati su Ryanair e Alitalia, che sfruttano l’assenza del terzo vettore per vessare i cittadini con prezzi insostenibili”.

Il senatore Schifani poi sottolinea: “Porteremo avanti la nostra battaglia sfidando il governo sui fatti: molte famiglie rischiano di non poter tornare a casa per festeggiare le feste natalizie. L’esecutivo dica chiaramente se vuole sostenerli oppure no. La Sicilia non può pagare ancor più di quanto già non faccia le gravissime carenze infrastrutturali”, ha concluso.

Alla conferenza stampa erano presenti la capogruppo al Senato, Anna Maria Bernini e le deputate Stefania Prestigiacomo, Giusi Bartolozzi e Matilde Siracusano oltre alle senatrici Urania Papatheu e Gabriella Giammanco.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI