Caso Denise, indagini concluse sull’ex pm Angioni: ora rischia il processo

Un avviso di conclusione indagini è stato notificato a Maria Angioni, oggi giudice del lavoro a Sassari ed ex pm di Marsala che al tempo indagò sulla sparizione di Denise Pipitone. Angioni è accusata di false dichiarazioni a pubblico ministero proprio in merito al caso di Denise e ora rischia il rinvio a giudizio.

L’ex pm ha ribadito anche ai colleghi di Marsala le dichiarazioni rese ai media nelle ultime settimane: Angioni sostiene infatti ci siano stati dei possibili depistaggi e falle nelle indagini (in un’intervista televisiva ha persino sostenuto di avere elementi e informazioni per dire che Denise sarebbe viva).

Secondo i pm di Marsala, invece, le sue affermazioni non troverebbero riscontro e per questo è stata recentemente riconvocata ma nelle vesti di indagata: in interrogatorio Angioni ha ribadito quanto da lei affermato, mentre alla stampa ha annunciato di aver fatto un esposto al Csm contro i pm di Marsala.

DISCOTECHE CHIUSE, A PALERMO IL SETTORE PROTESTA DAVANTI ALLA RAI

GRADIMENTO DEI SINDACI, PALERMO E CATANIA A PICCO

MAFIA, MAXI BLITZ NEL PALERMITANO: 81 ARRESTI

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 4 LUGLIO 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI