Catania, aggredito cameraman dell’emittente Sestarete: riprendeva auto abbandonate

Un’aggressione violenta quella avvenuta a Catania, in via Patanè, ai danni di un cameraman dell’emittente televisiva “Sestarete”.

L’uomo è stato colpito mentre stava riprendendo alcune carcasse di auto abbandonate ed è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118 .

Lo ha reso noto il consigliere del gruppo Catania 2023, Manfredi Zammataro. “Massima solidarietà al cameraman aggredito  mentre stavo svolgendo il suo lavoro. Evidentemente qualcuno non ha ‘gradito’ la denuncia dell’emittente usando violenza. E’ qualcosa di inaccettabile in una società democratica”.

Solidarietà che arriva anche dalla deputata regionale M5S Jose Marano. “Esprimo piena solidarietà al cameraman di Sestarete aggredito a Catania, nel quartiere Borgo-Sanzio. Una aggressione violenta e inqualificabile l’ha visto come vittima solo perché stava svolgendo il suo lavoro di denuncia e si è dovuto perfino recare in pronto soccorso. Al professionista e a tutta la redazione va la mia vicinanza: la stampa libera, specie quella locale, è un presidio fondamentale di democrazia e spesso i giornalisti, i cameraman e i fotografi si trovano a lavorare in condizioni difficili rischiando la propria incolumità personale. Ciò non possiamo accettarlo”.

PALERMO, UOMO ACCOLTELLATO IN UN APPARTAMENTO IN VIA MARINUZZI: INDAGA LA POLIZIA

COVID IN SICILIA, NUOVI CASI IN AUMENTO DEL 23,56%: IL BOLLETTINO SETTIMANALE

MAFIA A CATANIA, SI COSTITUISCE IL LATITANTE SFUGGITO ALL’OPERAZIONE “SANGUE BLU”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI