Catania, arrestato il presunto complice del ragazzo morto durante una tentata rapina

Ricordate la drammatica morte di Agatino Cristian Giustino, rimasto ucciso nel popoloso rione Librino nella deflagrazione di un ordigno artigianale il 20 febbraio scorso mentre cercava di portare a termine una rapina? (LEGGI QUI LA NOTIZIA DEL 20 FEBBRAIO)

I carabinieri della compagnia Fontanarossa di Catania hanno arrestato, e posto ai domiciliari, un diciannovenne, Davide Alfio Viola, con l’accusa di essere il complice del suo amico coetaneo.

Secondo l’accusa i due avevano piazzato un ordigno rudimentale davanti a un distributore automatico di sigarette di una rivendita di tabacchi per rubare soldi e sigarette.

L’esplosione però ha ucciso il giovane Giustino oltre a danneggiare auto e balconi. La ricostruzione della dinamica dell’accaduto è stata possibile grazie alla visione di registrazioni effettuate da sistemi di videosorveglianza dell’esercizio.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI