Ospedale Cannizzaro di Catania, nuovi spazi per il pronto soccorso pediatrico

Catania, infermiere si vendica per essere stato trasferito e uccide due donne: arrestato

Vincenzo Villani Conti, infermiere dell’ospedale Cannizzaro di Catania, è stato arrestato, ieri, per omicidio premeditato pluriaggravato di due pazienti, uccise tra il 2020 e il 2021, con una massiccia somministrazione di diazepan.

Il giudice per le indagini preliminari, Stefano Montoneri, contesta all’infermiere l’accusa di duplice omicidio premeditato e commesso per futili motivi. Dietro la decisione di uccidere due donne, iniettando loro dei farmaci, infatti, ci sarebbe la frustrazione per il trasferimento, non voluto, da un reparto all’altro dell’ospedale Cannizzaro di Catania.

Il movente del delitto – le vittime sarebbero state scelte casualmente – emerge dalla misura cautelare emessa dal gip di Catania. L’inchiesta è partita da una segnalazione giunta alla Procura catanese, guidata da Carmelo Zuccaro, che ha delegato le indagini alla squadra mobile di Catania, diretta da Antonio Sfameni.

Le vittime sono due donne di 65 e 81 anni. Erano ricoverate entrambe nel reparto di Medicina e chirurgia dell’ospedale, dove Villani Conti era stato trasferito. La morti risalgono rispettivamente a dicembre 2020 e gennaio 2021. L’infermiere avrebbe scaricato la sua collera senza che le donne avessero alcuna colpa.

REGIONALI, DE LUCA AVVIA LA CAMPAGNA ELETTORALE CON UN BAGNO: “LIBERIAMO LA SICILIA”

REGIONALI, FLORIDIA A FAVA: “LE SUE PAROLE CREANO DIVISIONI. FATICO A RICONOSCERE UN ALLEATO”

DEPISTAGGIO BORSELLINO, MARIA FALCONE: “FORTE AMAREZZA, NEGATA NUOVAMENTE LA VERITÀ”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI