Catania, nasce il “Polo sociale integrato”. Scavone: “Servizi utili per i cittadini stranieri”

Nasce il “Polo sociale integrato” di Catania. Da oggi è operativo e servirà per l’integrazione dei cittadini stranieri. A inaugurare la nuova struttura, questa mattina, è stato l’assessore regionale alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro, Antonio Scavone. Il “Polo sociale integrato”, attivo sia a Catania sia a Scordia, è un servizio orientato agli stranieri presenti nel territorio di tutta la Città Metropolitana.

L’iniziativa rientra all’interno di Su.Pr.Eme. Italia, progetto inserito nell’ambito del piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato, approvato in seno allo specifico “tavolo caporalato”, promosso dalla direzione generale Immigrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

“Un intervento pensato e realizzato – spiega l’assessore Scavone – con una distribuzione delle risorse che ha tenuto conto anche dell’effettiva presenza di cittadini stranieri in ciascun territorio, circa 35 mila nel Catanese. Adesso, con l’emergenza causata dal conflitto in Ucraina questi servizi potranno essere utili anche ai profughi che, scappando dalla guerra, arriveranno in Sicilia.

L’obiettivo è: razionalizzare gli interventi esistenti incentivando la collaborazione tra servizi pubblici e privati; sviluppare strategie territoriali in grado di strutturare un’offerta di servizi utili a prevenire e contrastare lo sfruttamento lavorativo; migliorare l’occupabilità dei destinatari e accompagnarli verso l’autonomia; assicurare adeguate misure di prevenzione e tutela della salute sui luoghi di vita e di lavoro; promuovere processi sostenibili di integrazione sociale ed economica; sostenere l’innovazione della governance regionale e interregionale e favorire modelli efficaci di intervento della pubblica amministrazione.

COVID, IL VIRUS HA RIALZATO LA TESTA MA I RICOVERI IN OSPEDALE SCENDONO: IL MONITORAGGIO ISS

USANO LA FIGLIA COME ‘MERCE DI SCAMBIO’ PER CIBO E SOLDI: TRE ARRESTI NEL CATANESE

OMICIDIO A PALERMO, UN UOMO UCCISO CON TRE COLPI DI PISTOLA: UN VENTENNE CONFESSA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI