Catania, sequestrate 7 tonnellate di rame: scoperta una centrale di ricettazione

La polizia ferroviaria di Catania ha smantellato quella che secondo gli inquirenti è una vera e propria centrale di ricettazione del c.d. “oro rosso”, sequestrando oltre 7 tonnellate di rame rubato in un’area di contrada Torrevecchia a Grammichele. L’area è sottoposta a sequestro.

L’attività era gestita da un 45enne che è stato denunciato in stato di libertà per attività di gestione di rifiuti non autorizzata e ricettazione. Sono in corso accertamenti per individuare la proprietà e la provenienza del rame ma in gran parte si tratterebbe di trecce di rame in uso alle ferrovie, utilizzate per alimentare i passaggi a livello ed effettuare i vari collegamenti.

Il rame sequestrato (rinvenuto anche in spezzoni già tagliati o polverizzato) aveva un valore commerciale complessivo di 32mila euro: all’interno dell’attività sono state rinvenute anche 22 carcasse di auto e macchinari per sguainare e polverizzare le trecce di rame, alcune delle sarebbero compatibili con il rame asportato, recentemente, sulla tratta ferroviaria Vizzini – Grammichele, mandando in tilt la circolazione.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI