Catenanuova, condannato a 30 anni l’uomo che uccise l’ex moglie l’anno scorso

È stato condannato a 30 anni di reclusione Filippo Marraro, 54 anni, ritenuto responsabile dell’omicidio della ex moglie avvenuto l’1 aprile del 2019 a Catenanuova l’ex moglie. La vittima era Loredana Calì, 40 anni. Dopo il delitto l’uomo chiamò i carabinieri costituendosi.

Una perizia psichiatrica agli atti del processo ha riconosciuto l’uomo in grado di intendere e volere al momento dell’omicidio. Le accuse conteste a Marraro sono state omicidio premeditato, per l’acquisto di una pistola con matricola abrasa in un mercatino a Catania, e sequestro di persona. Prima di sparare all’ex moglie, dalla quale aveva avuto due figli, Marraro l’ha costretta a salire sulla sua auto minacciandola con l’arma.

Il Gup di Enna, Maria Luisa Bruno, col rito abbreviato, lo ha condannato a 30 anni mentre i pm Daniela Rapisarda e Orazio Longo della Procura di Enna avevano chiesto la condanna all’ergastolo. Quattro le parte civili presenti nel processo: i figli e due associazioni, Contro Tutte Le Violenze e Donne insieme “Sandra Crescimanno”.

CARONIA E LA ROCCA RUVOLO PASSANO A FORZA ITALIA

DROGA E TELEFONINI ALL’UCCIARDONE: CINQUE ARRESTI

BARBAGALLO (PD): “MUSUMECI PRESIDENTE INADEGUATO”

TIZIANA DRAGO LASCIA IL M5S AL SENATO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI