Cefalù, il Comune stabilizza 79 precari in servizio da anni come contrattisti

Il comune di Cefalù, in provincia di Palermo, ha stabilizzato i 79 precari in servizio da tempo come “contrattisti”.

“Si chiude un periodo di precariato lungo 30 anni”, ha detto il sindaco Rosario Lapunzina. A questo risultato, ha aggiunto, si arriva grazie al fatto che “l’amministrazione ha completato il risanamento delle finanze comunali, compiuto con l’approvazione da parte del consiglio comunale di tutti i documenti contabili pregressi e, in particolare, del bilancio di esercizio del 2019”.

I 79 dipendenti ai quali sarà ora applicato il contratto a tempo indeterminato, in forza della legge “salvaprecari”, hanno festeggiato il consolidamento del loro rapporto di lavoro nella sala consiliare del comune.

“Finalmente anche qui si mette la parola ‘fine’ al precariato, con la stabilizzazione di tutti i lavoratori – dicono Nicola Scaglione, Gianluca Cannella e Salvatore Cassata del sindacato Csa-Cisal – Un obiettivo a cui abbiamo contribuito in sinergia con l’amministrazione comunale, ma che speriamo si estenda entro poche settimane a tanti altri enti locali. L’epoca del precariato in Sicilia deve terminare nel più breve tempo possibile”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI