Centinaia di persone a sostegno di Orlando: "Il mio atto rispecchia l'animo dei palermitani"

Centinaia di persone a sostegno di Orlando: “Il mio atto rispecchia l’animo dei palermitani”

Oggi, centinaia di persone si sono date appuntamento davanti a Palazzo dell’Aquile, a Palermo, per sostenere l’opposizione del sindaco Leoluca Orlando al Decreto Sicurezza, riempiendo piazza Pretoria. E il primo cittadino, naturalmente, ne ha approfittato per rincarare la dose contro il ministro dell’Interno: “Salvini non ha argomenti e quindi è nervoso. Io rispondo dicendogli che ho esercitato le mie prerogative di sindaco. Ho sospeso l’applicazione di norme di esclusiva competenza comunale che potevano pregiudicare i diritti umani di persone e adesso adirò l’autorità giudiziaria contro norme che trasformano in illegale chi è nella legalità”, ha detto.

Centinaia di persone a sostegno di Orlando: "Il mio atto rispecchia l'animo dei palermitani"

ORLANDO: “QUESTE NORME INSULTANO GLI ITALIANI” – “Salvini dice che sono un traditore? Evidentemente non ha argomenti – ha aggiunto Orlando – Il mio non è un atto di disobbedienza. Queste norme sono un insulto agli italiani, non solo ai migranti, un insulto alla nostra cultura dell’accoglienza. Il mio atto rispecchia l’animo dei palermitani che sono un popolo accogliente”. Poi, a proposito dei migranti a bordo della Sea Watch ancora senza un approdo, il sindaco ha detto: “Il porto di Palermo è aperto e li accoglie. Il ministro Toninelli la smetta di fare il pupo nelle mani dell’eversivo Salvini”.

Centinaia di persone a sostegno di Orlando: "Il mio atto rispecchia l'animo dei palermitani"

ALLA MANIFESTAZIONE ANCHE FARAONE (PD) – Al presidio contro il Decreto Sicurezza c’erano presenti rappresentanti di associazioni, come Libera, ARCI e Fiori di Acciaio, di sindacati e di Legambiente. In piazza anche il segretario regionale del Partito Democratico, Davide Faraone, con alcuni esponenti del partito ma senza bandiere: “Lo abbiamo deciso per rispetto di chi ha voluto organizzare questo sito in”, ha spiegato Faraone.

Oggi per Palermo è stata una giornata storica, un momento che rimarrà nella memoria collettiva come tappa di una nuova Resistenza innescatasi come reazione  alla  avanzata di un nuovo fascismo. Migliaia di persone stamattina a piazza Pretoria con la loro presenza hanno espresso condivisione e  sostegno al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che ha scelto di sospendere l’applicazione del decreto sicurezza. La mobilitazione spontanea delle palermitane e dei palermitani è  la conferma della naturale vocazione di una città accogliente ed interculturale. Abbiamo assistito ad un fatto epocale e ci auguriamo che altre città  reagiscano e si mobilitino contro le scelte pericolose di un provvedimento che rende più insicuro il nostro Paese. Esprimo soddisfazione anche per la presenza in piazza oggi di esponenti di forze politiche responsabili, quando sono state al governo del Paese, di scelte gravi, che a conti fatti hanno spianato la strada alle nefandezze di Salvini soprattutto in materia di sicurezza e migrazione. Avranno senz’altro riflettuto  sui danni prodotti dai decreti Minniti”. Così Giusto Catania, consigliere di Sinistra Comune.

Foto di Giulia Noera.

 

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI