“Circondato da un branco di squali sulla costa trapanese”: il racconto di un giovane sub

Un branco di squali nelle acque siciliane? E’ quello che ha raccontato un pescatore subacqueo di Marsala, Benjamin Romeo, 20 anni che venerdì scorso stava facendo pesca subacquea di fronte Capo Feto, tra Petrosino e Mazara del Vallo, sulla costa meridionale del Trapanese e che ha riferito l’episodio alla Capitaneria di Porto.

Quando sono arrivati gli squali, il giovane era a pesca di ricciole mentre il padre, Massimo, dopo un’immersione, era risalito in barca e non si è accorto di nulla.

“E’ stata un’esperienza traumatica – ha raccontato il giovane – Eravamo a circa 700 metri dalla riva, ho sparato a una ricciola di circa 5 chili che faceva parte di un branco. L’ho mancata. Le ricciòle, dopo uno sparo, di solito scappano e invece questa volta sono rimaste lì, vicino a me. Ho mirato nuovamente, ma a un certo punto ho visto un’ombra: una bestia di tre metri si avvicina. In pochissimo gli squali aumentavano. Sono stato circa un minuto con gli squali che mi circondavano, un minuto interminabile. Si allontanavano un po’ e giravano, ed erano nuovamente vicino a me, così come le ricciòle che mi circondavano. Attorno ne avevo 7 o 8. Quando ho visto che la barca di mio padre si avvicinava, sono risalito. Dalla barca ho visto un tappeto di squali, una ventina più o meno. Avevano il muso schiacciato e stavano in branco”.

 

(foto archivio)

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI