Qualità della vita, rapporto Italia Oggi: Agrigento non è più ultima, Palermo 99esima

Come ogni anno torna la classifica di ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma sulla qualità della vita nelle province italiane. Quest’anno l’analisi ha tenuto conto della pandemia con i territori più colpiti dalla prima ondata che perdono più posizioni. Al vertice della lista c’è Pordenone.

Agrigento sale di due posti e da ultima diventa terz’ultima per qualità della vita. Palermo, invece, migliora lievemente ma rimane in coda alla classifica, al 99esimo posto. Il capoluogo non ottiene la sufficienza in sette su nove parametri: affari e lavoro, ambiente, sicurezza sociale, istruzione formazione capitale umano, reddito e ricchezza, reati e sicurezza e tempo libero.

Il gruppo di province caratterizzate da un livello di qualità della vita insufficiente è composto quest’anno esclusivamente da province dell’Italia meridionale e insulare. Il che significa che la qualità della vita di oltre il 60,1% della popolazione residente nel Mezzogiorno è al di sotto di livelli considerati accettabili.

Tra le province più colpite dalla pandemia che hanno perso posizioni c’è Bergamo, che scende dal 26esimo posto dell’anno scorso al 40esimo di quest’anno. Lodi indietreggia di 37 posizioni, Milano di 16, Piacenza di 41, Cremona di 46. In definitiva, la qualità della vita è risultata buona o accettabile in 60 su 107 province italiane. Dai dati si desume inoltre che circa il 42,5% della popolazione italiana, era circa il 44% lo scorso anno, vive in territori contraddistinti da una qualità della vita scarsa o insufficiente

MESSINA, EVASIONE FISCALE PER OLTRE 5 MILIONI DI EURO 

AGRIGENTO, SEQUESTRATE OLTRE 100 MILA MASCHERINE

NUOVO DPCM DI NATALE: TUTTI I DETTAGLI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI