Claudio Fava attacca anche Musumeci: “Se davvero non sapeva è colpa grave”

Anche Claudio Fava, deputato regionale di Cento Passi e presidente della Commissione Antimafia regionale prende posizione durissima sull’inchiesta della Procura di Trapani relativa alla possibile falsificazione dei dati sul Covid 19.

“Le dimissioni di un assessore alla salute che falsifica e fa “spalmare” i dati sul Covid non vanno chieste dall’opposizione: vanno pretese dal presidente della Regione. Stamattina. Come primo atto di decenza morale. Quanto a Musumeci, se davvero non sapeva, l’inettitudine di un Presidente incapace di controllare la gestione dell’emergenza è colpa grave e imperdonabile. Una colpa che non gli permetteremo di nascondere lanciando la palla in tribuna, come è uso fare da tre anni a questa parte”.

E dopo le dimissioni di Razza, Fava rincara la dose: “Il 4 novembre l’assessore Razza suggeriva di “spalmare” il numero dei morti, come risulta dalle intercettazioni rese note oggi. Il giorno dopo il Presidente Musumeci si lanciava in un attacco furibondo contro il Governo nazionale, colpevole a suo dire di avere “inflitto” la zona arancione alla Sicilia. Un patetico duo di furbetti. Che devono andar via subito: entrambi! Non era Musumeci che diceva al governo Conte che “le furbizie non pagano”?”.

SCANDALO COVID IN SICILIA, LE INTERCETTAZIONI DI RAZZA

MUSUMECI: “FIDUCIA IN RAZZA E NELLA MAGISTRATURA”

“DATI FALSI SUL COVID IN SICILIA”: INDAGATO RAZZA, TRE ARRESTI

ORLANDO: “COMUNE DI PALERMO PARTE CIVILE”

IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE LE DIMISSIONI DELL’ASSESSORE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI