Click day flop, Musumeci: “Valutiamo rescissione del contratto con Tim”

“Ho dato mandato all’Ufficio legale della Regione di verificare se esistono le condizioni per procedere con la rescissione del contratto nei confronti della Tim Spa e con la richiesta di risarcimento danni”. Così il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci commenta il flop del “click day” del Bonus Sicilia, rinviato a giovedì a causa del sistema informatico regionale andato in tilt dopo pochi minuti per le troppe richieste di accesso.

“Si tratta – continua il presidente della Regione – di un danno di immagine della stessa azienda e nei confronti dell’amministrazione regionale, ma soprattutto per le decine di migliaia di imprese che, costrette a fermarsi in piena pandemia, dovranno attendere ancora per ottenere le risorse stanziate dal mio governo. Ho già chiesto una relazione dettagliata sull’accaduto ai dirigenti generali regionali dell’Arit e delle Attività produttive, anche per accertare eventuali responsabilità interne. Chi ha sbagliato è giusto che paghi. Nel frattempo, spero che la Tim Spa voglia scusarsi con il suo cliente Regione anche se si è già assunta la responsabilità dell’anomalia riscontrata, in nottata, sulla piattaforma”.

Tim avrebbe riscontrato “un’anomalia della piattaforma”, chiedendo, quindi,  “la sospensione della procedura con riattivazione a 72 ore”. Ed è la stessa Tim in una nota a sottolineare: “In relazione alle notizie di stampa odierne relative all’indisponibilità temporanea del servizio di selezione per il finanziamento destinato alle Imprese siciliane, denominato ClickDay, Tim informa di aver sospeso in via cautelativa il servizio per verificare l’efficienza piena delle funzionalità. Il servizio sarà pienamente operativo da giovedì”. La società precisa “che grazie a questa azione tutti i dati sono stati protetti”.

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: I RISULTATI IN DIRETTA

MARAVENTANO LASCIA LA LEGA: “GIUSTO COSI'”

GRAVE INCIDENTE SULLA PALERMO – AGRIGENTO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI