Comune di Palermo, Toni Sala e Cettina Martorana sono i nuovi assessori

Ecco i due nuovi assessori della giunta di Palermo. Dopo la conferenza stampa rinviata nella giornata di sabato, il sindaco Leoluca Orlando ha presentato i due nuovi “volti” della giunta e che prendono il posto di Toni Costumati e Leopoldo Piampiano. I nuovi assessori sono il consigliere comunale Antonino ‘Toni’ Sala (deleghe al Patrimonio, ai beni confiscati, diritti agli animali, ai cimiteri, all’igiene pubblica) e Cettina Martorana (delega alle attività economiche).

Martorana, 49 anni, è dottoressa commercialista e revisore legale: tra le sue varie esperienze professionali vi è anche quella negli anni scorsi di presidente del collegio dei sindaci della partecipata Sispi (la “Sistema Palermo Informatica” S.p.A); Toni Sala (oltre a essere consigliere comunale per il gruppo “Avanti Insieme” – carica che manterrà nonostante la nomina ad assessore) è ingegnere e responsabile per la sicurezza dell’Ismett.

Orlando ha chiarito nel corso della conferenza stampa che le deleghe al verde e al Reset tornano all’assessore Marino “nell’ambito di una attività che complessivamente riguarda il contesto urbano e la sua vivibilità”. La delega al Decoro resta invece al vicesindaco.


ORE 15.15Inizia la conferenza stampa. 

ORE 15.17 – “Per i cimiteri resta comunque in vigore la task force già istituita”, precisa Orlando. “La dottoressa Martorana si è presa alcune ore per accettare l’incarico, ma l’incarico sarà presto formalizzato per entrambi. La dottoressa Martorana sarà già presente ad un incontro in Prefettura oggi stesso; per lei il battesimo del fuoco sarà immediato”.

ORE 15.20 – “Si tratta adesso solo di lavorare in squadra e dare un sostegno alla città secondo la nostra visione. Ci sono tanti aspetti in ballo che avranno ovviamente bisogno del sostegno del consiglio comunale: nel rispetto delle posizione politiche, spero non siano i cittadini a pagare eventuali divergenze politiche. Dobbiamo fare tutto il possibile per alleviare le conseguenze – sanitarie ma anche economiche – di questa pandemia”.

ORE 15.24L’assessore Martorana: “Sono lieta della proposta e felice di accettarla. Ho dovuto valutare una riorganizzazione dei miei impegni di commercialista e anche di carattere familiare, ma metterò al servizio della città le mie competenze professionali, con grande entusiasmo o impegno. Non vedo l’ora di mettermi al lavoro, spero di riuscire a creare un clima di fiducia con tutti: meno burocrazia permette alle aziende di concentrare gli sforzi sulla produzione e ottenere risultati migliori. Ce la metterò tutta”.

ORE 15.27 – L’assessore Sala: “Sono stato chiamato dal sindaco a dare un contributo diretto. Ringrazio il gruppo Avanti Insieme, ribadendo l’adesione al gruppo; rimarrò infatti consigliere comunale, anche se adesso ci viene chiesto un impegno attivo nell’amministrazione comunale e con deleghe importanti. Bisogna lavorare in modo sinergico per risolvere i problemi (a cominciare dai servizi cimiteriali): quella cimiteriale non è più un’emergenza, ma un problema strutturale per cui bisogna trovare soluzioni a breve, medio e lungo termine. Ringrazio il sindaco per l’opportunità data a questo gruppo civico. Un appello a tutte le categorie coinvolte: soltanto insieme si possano fare tanti piccoli passi che portino a grandi risultati”.

ORE 15.32 – Orlando chiarisce: “Le deleghe al verde e al Reset tornano all’assessore Marino, nell’ambito di una attività che complessivamente riguarda il contesto urbano e la sua vivibilità. La delega al Decoro resta invece al vicesindaco”.

ORE 15.36 – Orlando: “Nessuna assessore del PD? Semplicemente mi sembrava giusto coinvolgere nella giunta il gruppo Avanti Insieme. E comunque la scelta dell’assessore fa riferimento alla disponibilità degli stessi, non a decisioni imposte”. E Valentina Chinnici (Avanti Insieme): “Di fronte alla proposta del sindaco, abbiamo ritenuto praticamente subito che la scelta di Toni Sala fosse la più adatta”.

ORE 15.40“Difficoltà del Suap? Intanto abbiamo fatto un’operazione semplice, cioè che i componenti degli uffici degli assessori uscenti tornassero ai loro uffici. Ora i due nuovi assessori sceglieranno la loro segreteria: non è cambiato nulla. Ovviamente abbiamo bisogno di poter assumere: le ultime assunzioni risalgono alla giunta Orlando sì, ma del millennio passato”. L’assessore Martorana ribadisce: “É chiaramente una priorità e nei prossimi giorni riferiremo. Provvedere a un potenziamento? Se servirà sì”.

ORE 15.43Sul divieto di vendita degli alcolici. Orlando: “É evidente che l’ordinanza cammina di pari passo con la zona rossa. Ci adegueremo all’andamento epidemiologico, ma tengo a sottolineare un altro aspetto. Bisogna uscire dalla logica dei ristori: servono rimborsi, concreti. Quando sarà finita la cassa integrazione, rischiamo di non trovare più le aziende in cui lavoravano”.

ORE 15.45Sulla zona rossa a Palermo, Orlando: “Incontro con Musumeci? Mi è stato proposto dalle attività produttive e io sono disponibile. Oggi pomeriggio ci sarà una riunione del consiglio regionale dell’Anci”.

ORE 15.46 Orlando sul tema politico: “Bisogna stabilire una linea di comportamento, in base a quella poi assume ciascuno le proprie determinazioni. Il Consiglio Comunale non può essere il luogo per processare dirigenti o assessori. Faccio semplicemente appello al senso di responsabilità di tutti. Il mio partito Palermo o PD? Per la città, il mio partito resta Palermo; per tutto il resto, ovviamente non si può fare a meno dell’esperienza del Partito Democratico. Futura lista del Centrosinistra? La priorità è costruire un’alternativa al centrodestra, rappresentativo di vari temi a cominciare dai diritti per la persona; partendo da chi ci sta ovviamente”.

PALERMO, VIA ALLE VACCINAZIONI PER I SENZATETTO

RECOVERY, ARMAO: “C’È UNA NUOVA ATTENZIONE AL SUD”

COVID, A PALERMO LA “ZONA ROSSA” NON BASTA

CONTRABBANDO DI SIGARETTE TRA PALERMO E NAPOLI: BLITZ DELLA FINANZA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI