Comune di Palermo, Orlando nomina Toni Costumati nuovo assessore al Patrimonio

Leoluca Orlando ha annunciato nel corso di una conferenza stampa online la nomina di Toni Costumati (61 anni, funzionario della Regione Siciliana) a nuovo assessore al Patrimonio del Comune di Palermo.

Fino ad oggi, il sindaco Orlando aveva mantenuto a interim le deleghe di Roberto D’Agostino, che si era dimesso a luglio per il “caso” Rotoli: Orlando affida ora a Costumati la delega al Patrimonio (che include i cimiteri, ma anche il verde e i rapporti con la Reset). Alla nuova organizzazione della delega al Patrimonio è collegata anche l’attribuzione della delega al bilancio, che va a Sergio Marino (il quale continuerà ad occuparsi della Rap): anche in questo caso si chiude l’interim di Orlando dopo le dimissioni di D’Agostino.

La responsabilità dei cimiteri, tuttavia, continuerà ad essere condivisa con il sindaco, che ne avrà la “responsabilità politica” – riferisce il Comune: “L’assessore Costumati – ha aggiunto il sindaco – farà parte della cabina di regia composta da me, dal segretario generale, dal capo area e dal capo di gabinetto che ha seguito in maniera forte ed efficace questa attività”.

Costumati entra in giunta in rappresentanza di Italia Viva (dove è approdato a seguito dell’addio al Partito Democratico, cui aveva aderito nel 2014): nella sua carriera Costumati vanta diversi anni da dirigente delle Acli oltre a essere stato consigliere comunale della Dc, del Ppi e dei Cattolici democratici negli anni della Primavera di Palermo.

Costumati afferma: “Le deleghe che mi sono state attribuite sono sicuramente impegnative ma sin da subito mi attiverò con tutte le mie competenze, la mia conoscenza della macchina comunale e i miei contatti con il Governo nazionale per accendere i riflettori su Palermo. Con il sindaco in passato abbiamo condiviso tanti anni di battaglie comuni per la Città ed è un onore oggi svolgere questo importante e prestigioso incarico”.

COVID IN SICILIA, DATI IN CRESCITA NELL’ULTIMA SETTIMANA

COVID, RAZZA: “VACCINO SOLO A CHI È PRENOTATO”

BUROCRAZIA E MANCANZA DI CULTURA DELLA RESPONSABILITÀ, LI CALZI: “FRENO ALLO SVILUPPO”

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI