Comune di Palermo, presentata la mozione di sfiducia. Orlando: “Si discuta subito”

Entro il mese di settembre il Consiglio Comunale di Palermo dovrà discutere la mozione di sfiducia presentata dalle forze di opposizione. La mozione porta le 19 firme dei rappresentanti politici dei partiti che non fanno parte della maggioranza, a testimonianza di una situazione di estrema tensione che si trascina già da alcuni mesi.

Il sindaco Leoluca Orlando, ha chiesto al presidente del Consiglio comunale, Salvatore Orlando, “la immediata calendarizzazione” della mozione di sfiducia, aggiungendo che “lo scrivente e tutti i componenti della Giunta – così si conclude la nota – non parteciperanno fino a quella data ai lavori del Consiglio comunale e delle Commissioni”.

Perchè la mozione produca l’effetto di mettere fine a questa consiliatura occorrono 24 voti a favore, numero difficilmente raggiungibile se non ci saranno nel frattempo colpi di scena. Su 40 consiglieri a Sala delle Lapidi 21 sostengono l’amministrazione Orlando ma nelle ultime settimane si sono registrati parecchi malumori anche all’interno della coalizione.

SCUOLA, IN SICLIA SI RIPARTE IL 14 SETTEMBRE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI