Comune di Palermo, sfiducia a Orlando: i consiglieri di FdI aderiscono alla mozione

Sale a 9 il numero di consiglieri comunali che hanno sottoscritto la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, promossa in prima istanza dai consiglieri del M5s Concetta Amella, Antonino Randazzo e Viviana Lo Monaco. Alla lista si aggiungono le due firme dei consiglieri comunali del gruppo Fratelli d’Italia, il capo gruppo Francesco Scarpinato e il consigliere Mimmo Russo.

I due consiglieri dichiarano: “E’ un atto politico che pone l’accento sulla totale assenza dell’amministrazione attiva nelle varie emergenze nella quale ormai da anni versa la città. Palermo versa in uno stato di abbandono, servizi assenti o inadeguati, sofferenza economico finanziaria delle società partecipate, emergenze continue che fanno male alla quinta città d’Italia. Insieme stiamo cercando di dare un contributo importante affinché questa città possa uscire dalle secche e tornare a splendere, lo dobbiamo ai nostri figli ma soprattutto lo dobbiamo alla nostra Palermo, oggi amministrata da una compagine del tutto sorda alle istanze dei cittadini e delle categorie produttive”.

Oltre ai tre consiglieri del Movimento 5 Stelle, hanno aderito sinora alla mozione anche i consiglieri della Lega Igor Gelarda e Sandro Anello, Sabrina Figuccia (Udc), Giulia Argiroffi (gruppo misto). Per depositare ufficialmente la mozione e calendarizzare la discussione a Sala delle Lapidi servono 16 dei 40 consiglieri comunali. Per l’approvazione della mozione di sfiducia servono 24 voti.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI