Comuni, Miccichè: “Ovvia disponibilità a incontrare i rappresentanti di Anci Sicilia”

Il presidente dell’Assemblea Regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ha risposto alla nota dell’Anci Sicilia, che chiede una riunione urgente con il presidente della I Commissione, Stefano Pellegrino, e i Capigruppo parlamentari in merito all’adeguamento delle indennità e al terzo mandato dei sindaci.

“C’è la nostra ovvia e ampia disponibilità ad incontrare i rappresentanti di Anci Sicilia e il suo presidente per ascoltare le loro ragioni in merito all’adeguamento delle indennità e al terzo mandato dei sindaci, su cui peraltro mi sembra ci sia larga convergenza sia da parte del governo che dall’Assemblea”, afferma Miccichè.

Leoluca Orlando, presidente di Anci Sicilia, aveva dichiarato in merito: “Ribadiamo la necessità dell’adeguamento delle indennità, anche in Sicilia, a partire dal primo gennaio. È noto, infatti,  che la Legge di Bilancio 2022 (comma 583, art. 1 Legge 30 dicembre 2021, n. 243 Bilancio 2022) ha previsto un incremento della indennità di funzione dei Sindaci dei Comuni delle Regioni a Statuto ordinario e tale provvedimento esclude i Comuni delle Regioni a statuto speciale. Il mancato adeguamento sorprende e mortifica il lavoro dei primi cittadini che ogni giorno portano avanti il mandato ricevuto dagli elettori, cercando di far fronte alle varie emergenze così come hanno fatto in questi due anni con le numerose problematiche scaturite dalla pandemia”.

TERZO MANDATO PER I SINDACI, COCCHIARA (ASAEL): “SERVE UNA RIFORMA ORGANICA”

SICILIA, C’È IL “NO” AL TERZO MANDATO PER I SINDACI: RINVIATI ANCHE GLI AUMENTI DI STIPENDIO

OPEN ARMS, RINVIATA L’UDIENZA A PALERMO CON MATTEO SALVINI: IL GIUDICE STA MALE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI