Comuni sciolti per mafia, Dipasquale (PD): “Governo Musumeci impedisce il voto”

“Il governo Musumeci si ostina ad impedire lo svolgimento delle elezioni nei due comuni siciliani sciolti per mafia, San Biagio Platani e Vittoria“. É la posizione di Nello Dipasquale, parlamentare regionale del Pd, che annuncia la presentazione di un esposto “per verificare se si configura il reato di abuso d’ufficio da parte della giunta regionale”.

Dipasquale fa il raffronto con il caso di Tremestieri – che però non è comune sciolto per mafia -: a Tremestieri (dopo un primo rinvio per un’indagine sulle liste e il secondo causa Covid) è stata fissata la data del 14 e 15 marzo per il primo turno delle elezioni amministrative; Vittoria e San Biagio Platani restano in attesa.

“Siamo di fronte – ribadisce il deputato – ad una decisione gravissima che non permette ai cittadini di scegliere l’amministrazione locale. Sul voto a San Biagio Platani e Vittoria il governo Musumeci ha cambiato idea spostando le elezioni a data da definirsi, adducendo la necessità di avere indicazioni dal governo nazionale e fingendo di non sapere che lo stesso, con Dpcm del 14 gennaio, ha specificato che i comuni sciolti per mafia devono votare entro il 20 maggio 2021”.

PALERMO, L’EMERGENZA AL CIMITERO “PARALIZZA” IL CONSIGLIO COMUNALE

EMERGENZA “ROTOLI”. IL CENTRODESTRA: “ORLANDO TROVI SOLUZIONI O SI DIMETTA”

VIDEO ESTREMI SU TIK TOK: INFLUENCER DENUNCIATA NEL SIRACUSANO

CACCAMO: SEQUESTRATA LA PALESTRA ABBANDONATA

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI