Confcommercio Sicilia, vertici in sciopero della fame: “Aziende in difficoltà, non ne possiamo più”

Uno sciopero della fame per protestare contro le restrizioni che penalizzano le attività commerciali. Ad annunciarlo è il presidente di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti: uno sciopero della fame che partirà da giovedì 6 aprile “per evidenziare lo stato di gravissima difficoltà che attanaglia tutte le imprese del comparto, soprattutto gli addetti alla ristorazione e i bar”.

Alla protesta aderiscono anche: il presidente di Confcommercio Catania, Piero Agen (che è anche presidente della Camera di Commercio di Catania, Siracusa e Ragusa); il presidente di Confcommercio Trapani, Pino Pace (che è anche presidente Unioncamere Sicilia) e il presidente regionale Fipe Sicilia, Dario Pistorio. Si uniranno anche i vicepresidenti provinciali di Confcommercio Ragusa Giorgio Moncada e Antonio Prelati.

“Non ne possiamo più – afferma Manenti – Oltre ai danni, pure la beffa. Bisogna dare un segnale. E forte. E l’unico modo per farlo è protestare in maniera dignitosa, civile ma rivendicando con forza quelli che sono i nostri diritti. E poi assistiamo ad assembramenti di massa come quelli di Milano, e di altre piazze italiane, che rappresentano uno schiaffo per tutti noi”.

“É da mesi che non si lavora – osserva Dario Pistorio – abbiamo sempre fatto prevalere la logica del buon senso, anche quando la situazione era, così com’è tuttora, disperata. Ma siamo rimasti senza parole per quello che è accaduto in queste ultime ore. Le dichiarazioni da noi rilasciare, le proteste di piazza da noi fatte, evidentemente, non bastano più“. E Piero Agen aggiunge: “No, non ci stiamo a questo gioco al massacro è una situazione davvero kafkiana. Non pretendiamo che le riaperture ci possano essere a partire da domani. Ma attendiamo una data certa”.

PALERMO, GRAVISSIMO INCIDENTE IN VIALE REGIONE SICILIANA: C’É UNA VITTIMA

ESPLOSIONE IN UNA MACELLERIA NEL CENTRO DI PALERMO: 8 FERITI

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 3 MAGGIO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 3 MAGGIO 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI