Confcommercio, Manenti: “Eventi e wedding, tante famiglie sull’orlo del baratro”

Il presidente di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, chiede ai deputati dell’Ars di porre la massima attenzione alle migliaia di famiglie che ruotano attorno al settore degli eventi e del wedding, in difficoltà in questo periodo di fermo legato alle restrizioni anti-Covid.

Migliaia di famiglie che ruotano attorno al settore degli eventi e del wedding sono sull’orlo del baratro – afferma Manenti – chiediamo ai deputati dell’Ars di porre la massima attenzione, durante l’esame della legge Finanziaria, sulla necessità di sostenere i tanti imprenditori del settore che sono stati tra i più penalizzati dalla pandemia, essendo stati costretti a bloccare la loro attività per un anno intero, con piccole eccezioni in estate”.

“In commissione Bilancio – aggiunge – è stato approvato un emendamento che prevede il riconoscimento di un contributo a fondo perduto per il pagamento dei canoni di locazione e delle varie utenze – previa presentazione di documentazione – fino a un massimo di 30.000 euro a impresa. In tutto si tratterebbe di tre milioni di euro che peraltro non graverebbero sul bilancio della Regione perché recuperabili da fondi extraregionali e del Poc”.

Una misura che riteniamo indispensabile – conclude – per una boccata di ossigeno a chi peraltro non ha alcuna responsabilità sul blocco delle proprie attività. Dietro le imprese, ci sono migliaia di professionisti che hanno perso il lavoro senza aver potuto usufruire degli ammortizzatori sociali”.

Federmep, Federazione che raccoglie le imprese e i liberi professionisti di questo settore, afferma in merito: “Confidiamo che, grazie all’interessamento trasversale, queste proposte possano essere approvate dall’Assemblea regionale siciliana permettendo alle imprese di affrontare con un po’ più di tranquillità il tempo che manca alla ripresa dei matrimoni e degli eventi”.

MAFIA, CLAN COMMERCIAVA IN OROLOGI DI LUSSO: DODICI ARRESTI

COVID, L’INTERVISTA ALL’INFETTIVOLOGO CARMELO IACOBELLO 

VACCINO ANTI-COVID, VIA LIBERA AI MEDICI DI FAMIGLIA 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI