Forum-Palermo

Confesercenti e Confcommercio unite: “No a nuovo parco commerciale vicino al Forum”

Palermo non ha bisogno di nuovi centri commerciali, che avrebbero l’unico effetto di condannare alla chiusura tanti negozi di vicinato che oggi sono la spina dorsale dell’economia cittadina. Confesercenti è pronta alle barricate”.

Così Mario Attinasi, presidente di Confesercenti Palermo, commentando la notizia di stampa di un progetto presentato al Comune di Palermo per la realizzazione di un parco commerciale a Brancaccio. “Chiediamo all’amministrazione comunale di respingere l’ipotesi di nuovi centri commerciali – ha aggiunto Attinasi – e al contempo chiediamo che si occupi di mettere i piccoli e medi negozianti nelle condizioni di poter competere alla pari con i colossi esteri: bisogna liberalizzare l’apertura delle medie strutture in centro così come previsto dalle regole europee, creare parcheggi e servizi per il centro città, tutelare quelle attività che sono un presidio di sicurezza e legalità nei quartieri, favorire l’economia cittadina evitando che i profitti finiscano nelle mani di multinazionali estere che creano poco lavoro e impoveriscono il territorio. Su questo non siamo disponibili a fare sconti a nessuno”.

Mario-Attinasi-

Il progetto di cui parla Attinasi, come si apprende da Palermo Today, prevederebbe la creazione di un parco commerciale di oltre 40 mila metri quadrati nella zona del Forum con in più un hotel di circa 10 mila metri quadrati (con centro congressi) e una stazione di rifornimento. Inoltre, il progetto della società Building Plott srl prevede anche la costruzione di nuove strade, un giardino didattico e un museo dedicato al mandarino tardivo di Ciaculli.

Negativo anche il parere di Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo: “Mai più centri commerciali dentro la città. Non lo permetteremo mai, faremo le barricate se il caso. Restiamo sorpresi, trasecolati anche soltanto dal fatto che se ne parli. Ciascun imprenditore può presentare idee, progetti, programmi che ritiene opportuni e ci sono tanti possibili investimenti da poter fare a Palermo, investimenti che possono rappresentare progetti di sviluppo per l’intera città, ma l’unico che non serve è un altro centro commerciale di cui nessuno sente la mancanza: non serve né alla città, né ai commercianti, né ai consumatori che ne hanno a disposizione ben tre”.

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI