Confintesa: “Sui regionali, strategia torbida di Musumeci. Sciopero? Molto probabile”

“Caro Presidente, verrebbe da pensar male innanzi a cotanto livore e tanta apparente schiettezza (che appare banalmente populista, peraltro). Confintesa però riesce a guardare oltre, e molto più nitidamente di quanto si pensi”. Inizia così una lunga nota di Antonio Russo, segretario generale di Confintesa Federazione dipendenti regionali categoria A e B, dopo che il presidente della Regione Nello Musumeci ha definito “inutile” il 70% dei dipendenti regionali della Sicilia: “É molto probabile – preannuncia – che uno sciopero si farà, sentiti gli iscritti, perché la misura é colma, troppe offese gratuite e generiche”.

Russo non va tanto per il sottile: “Questa é una torbida strategia i cui frutti si vedranno ben presto: soldi per promozioni ai Dirigenti e per nuove assunzioni. Il Presidente Musumeci non sa, o finge di non sapere, che i dipendenti categoria A e B portano avanti interi uffici e che nel corso degli anni non si sono mai tirati indietro di fronte alla possibilità’ di migliorare la qualità del loro lavoro”.

“Non sa – sottolinea – che questi dipendenti sono arrivati quando il tempo delle vacche grasse alla Regione era già finito e quindi a loro sono toccati stipendi vicini a quello che é il reddito di cittadinanza. Non sa che anche per lo Smart Working vi sono dei problemi, in quanto non tutti i dirigenti sono disposti a mettere nero su bianco il lavoro realmente svolto dai dipendenti categoria A e B, perché la verità è che svolgono mansioni superiori, mansioni che si possono svolgere in presenza, ma da remoto no, in quanto risulterebbe più arduo eludere la reale entità del lavoro svolto”.

E ribadisce: “La verità é che dietro questi attacchi c’é una precisa strategia, si vuole terreno fertile per nuove stabilizzazioni e per il passaggio dei dirigenti dalla terza fascia alla seconda. Nemmeno l’ombra delle progressioni verticali introdotte con la legge Madia e attuate in altre amministrazioni. Nessuna riqualificazione per le categorie A e B. A questo punto, é urgente che, come sindacato maggiormente rappresentativo dei dipendenti definiti ‘inutili’, e come ultimo tentativo, il Presidente e Confintesa si confrontino con chiarezza su questi temi una volta e per tutte”.

MUSUMECI: “DIPENDENTI REGIONALI? IL 70% E’ INUTILE”

CORONAVIRUS: IL BOLLETTINO DELLA SICILIA (15 OTTOBRE)

OMICIDIO A CAMPOREALE, VITTIMA UN 26ENNE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI