Consumi, in Sicilia +6,6% rispetto all’anno scorso: tutti i dati di Confimprese

L’Osservatorio Confimprese sui consumi analizza i dati di ottobre 2022 confrontandoli con ottobre 2021. Dal quadro generale emerge che, nonostante il contesto economico e il difficile quadro internazionale, il mercato in ottobre non si è fermato rispetto allo stesso mese 2021 e mostra una leggera crescita del +3,5%, ma soprattutto si stabilizza per il terzo mese consecutivo intorno ai livelli del pre pandemia (+0,8% ott22 vs ott19).

Sul progressivo anno (gen22 vs ott22) permane invece un gap significativo pari a -6,4% vs 2019 che, in concomitanza con l’incremento del 12% dei costi e di quasi il triplo dei costi energetici, crea forte pressione sulle aziende del settore. Per quanto riguarda la Sicilia si registra un +6,6% che la pone sopra la media Paese con Agrigento che performa meglio di tutte le altre e chiude ottobre 2022 a +8,2% vs ottobre 2021. Palermo appare molto distaccata a +3,1%, Siracusa +2,9%, Ragusa +1,5%, chiude in negativo Caltanissetta -3,5%.

“Il mese di ottobre – afferma Mario Maiocchi, direttore centro studi Confimprese – chiude ancora in positivo ma rispetto a settembre rallenta di oltre 6 punti percentuali. Segno che l’instabilità internazionale e l’inflazione ai massimi storici dal 1983 influiscono sulla propensione all’acquisto degli italiani. Inoltre, un divario del 6,4% rispetto ai livelli pre pandemia, evidenzia come i mercati siano volatili e non permettano previsioni ottimistiche per i prossimi mesi. I retailer manifestano preoccupazione e l’ulteriore indebolimento del quadro congiunturale emerso dagli ultimi dati Istat non fa presagire un cambio di rotta nei prossimi trimestri”.

È piuttosto prevedibile che nei prossimi mesi gli effetti negativi dell’inflazione sul reddito disponibile e sulla ricchezza liquida spingeranno ad atteggiamenti più prudenti, che porteranno a un ridimensionamento della crescita.

“L’inflazione e l’incertezza sulla situazione internazionale – dichiara Alessandro Olivari, senior partner Jakala – stanno incidendo sulle scelte degli italiani e l’economia non ha ancora pienamente recuperato la situazione pre-pandemica. A livello regionale si segnala un rallentamento della Lombardia, il cui progressivo annuo passa dal + 32% al +28% rispetto al 2021″.

PALERMO, IL TEATRO “AL MASSIMO” OSPITERÀ L’INSTALLAZIONE “GAIA” DAL 21 NOVEMBRE ALL’8 DICEMBRE

CUFFARO: “LA SICILIA HA BISOGNO DEI TERMOVALORIZZATORI. LE DISCARICHE SONO SATURE”

MALTEMPO IN SICILIA, FANGO E DISAGI DOPO UNA NOTTE DI PIOGGIA: DIVERSI ALLAGAMENTI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI