Conte avverte le regioni: “Rifiutare le zone? L’alternativa è il lockdown nazionale”

“Nessuno ha mai messo in discussione, prima di adesso, questo meccanismo e rifiutarlo significa portare il Paese a sbattere contro un nuovo lockdown generalizzato”. Lo afferma il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una intervista rilasciata al Corriere della Sera in cui difende l’impostazione del nuovo Dpcm dalle critiche di alcuni di presidenti di Regione (tra cui anche Nello Musumeci per la Sicilia): “Chi ci accusa di agire sulla base di discriminazioni politiche è in malafede”.

Il premier sottolinea: “I cittadini della Lombardia, del Piemonte, della Valle d’Aosta, della Calabria, non ne trarrebbero nessun beneficio. Senza contare l’ingiustizia di imporre lo stesso regime di misure che stiamo applicando alle Regioni rosse anche a cittadini che vivono in territori in condizioni meno critiche”.

E sulla raccolta dei dati dei parametri alla base del monitoraggio: “Sono sei mesi che l’ISS sta sperimentando, insieme alle Regioni, questo meccanismo di monitoraggio. Le Regioni lo alimentano con i dati inviati periodicamente e ne certificano i risultati attraverso i loro rappresentanti che fanno parte della cabina di regia. Tornare indietro? L’alternativa a questo sistema è chiudere ancora una volta il Paese con danni enormi per tutti. In questo caso mal comune non sarebbe mezzo gaudio, ma disastro per tutti”.

Conte ribadisce poi la necessità di difendere il sistema sanitario: “È proprio per evitare che questo treno in corsa ci arrivi addosso e travolga i nostri servizi sanitari che siamo stati costretti a intervenire ancora. Il virus adesso corre veloce in tutto il Paese, tant’è che non ci sono Regioni verdi. Questo significa che difficilmente potremo trasportare i malati da una regione all’altra se la curva continuerà a salire in modo esponenziale. In primavera ci ha aiutato la Germania, ma adesso questo non sarebbe possibile e dunque dobbiamo assolutamente riportare la curva sotto controllo e il Paese in sicurezza”.

TRAPANI, NEONATO MORTO: ARRESTATA LA MADRE 17ENNE

ELEZIONI RINVIATE A VITTORIA E SAN BIAGIO PLATANI

CORONAVIRUS IN SICILIA, IL BOLLETTINO DEL 6 NOVEMBRE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI