Armao

Conti della Regione, Armao ‘difende’ il governo: “Debito ridotto del 10%”

Il “duro percorso di risanamento finanziario” della Sicilia . É stato questo il tema dell’intervento di Gaetano Armao vicepresidente della Regione siciliana e assessore all’Economia a ‘IdeeItalia’, la due giorni di incontri e dibattiti organizzata da Forza Italia a Milano.

Armao si concentra sul tema del debito e dei provvedimenti intrapresi: “Abbiamo trovato 8 miliardi di debito che abbiamo ridotto del 10%, non accendendo neanche un euro di mutuo, siamo la regione-pilota scelta dal Mef nella rinegoziazione dei derivati per ridurne gli oneri sul bilancio. Conclusi due accordi con lo Stato con effetti benefici per oltre 2 miliardi ed aperto lo storico negoziato sull’attuazione dell’autonomia finanziaria prevista dallo Statuto regionale, la condizione di insularità, la perequazione infrastrutturale, l’eliminazione del prelievo forzoso, il recupero delle accise”.

“Adesso – ha aggiunto – stiamo affrontando gli effetti di 2,5 miliardi di disavanzo lasciati dalla precedente gestione, ma raddrizzeremo anche questo. E poi gli investimenti sul digitale con l’apertura di 148 cantieri e 55 milioni di premialità conseguita dalla UE, le norme più avanzate sulla semplificazione, interventi per le imprese (oltre 200 milioni)”.

E sul regionalismo sottolinea: “Dalle Regioni di centro destra può partire una proposta di rilancio del regionalismo italiano che guardi alla differenziazione, ma anche coesione. Rendiamo insieme il Paese più competitivo attraverso le autonomie rivedendo gli assetti della Conferenza delle Regioni”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI