Corleone, il sindaco Nicolosi si dimette: terremoto al Comune dopo il “caso vaccino”

Con uno stringato comunicato sulla pagina Facebook istituzionale, il Comune di Corleone ha annunciato le dimissioni del sindaco Nicoló Nicolosi, che in tal senso “ha convocato per domani alle 10.30 la giunta” (si legge).

Il primo cittadino e alcuni assessori sono accusati – a seguito di indagini dei carabinieri del Nas – di aver ricevuto il vaccino in via prioritaria senza averne diritto ed erano stati segnalati alla Procura di Termini Imerese.

Ieri il sindaco aveva difeso con forza la decisione e la necessità di vaccinarsi: “Noi non abbiamo commesso alcun abuso. Il sindaco è l’autorità sanitaria del territorio e per questo mi sono vaccinato. Ho fatto tutto alla luce del sole”. Oggi invece l’annuncio delle dimissioni. A BlogSicilia dice: “Mi dispiace lasciare con tante cose ancora da fare e a cui badare ma devo difendere l’immagine di Corleone”.

E in mattinata – a margine dell’inaugurazione dell’hub Siracusa – il presidente Musumeci (pur senza fare riferimenti diretti al caso di Corleone) dice: “Voglio esprimere la mia amarezza per quegli amministratori e per quei titolari di cariche pubbliche che ritengono di dovere anticipare il loro vaccino: non ci sono scuse e non ci sono giustificazioni. C’è un protocollo e quel protocollo va rispettato”

IL COVID “RICHIUDE” LE SCUOLE: A RISCHIO DAD 9 STUDENTI SU 10

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 6 MARZO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 6 MARZO 2021

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI