Corleone, percepiscono il “buono spesa” con false dichiarazioni: 31 denunciati

La Guardia di Finanza di Corleone ha denunciato 31 persone per indebita percezione di erogazioni ai danni dello Stato e falso in atto pubblico: avevano richiesto e ottenuto il “buono spesanon avendo i requisiti per farlo, perché percepivano altre forme di sostegno economico.

In particolare, l’attività ispettiva ha evidenziato che i soggetti, sulla scorta del modello di autocertificazione redatto dal Comune di Corleone, avevano sottoscritto l’istanza di accesso all’intervento socio-assistenziale e le relative dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà, sostenendo di trovarsi nelle condizioni previste ed elencate nell’avviso pubblico.

In realtà, i controlli eseguiti dalle Fiamme Gialle, incentrati sui dati autocertificati hanno evidenziato che i nuclei familiari percepivano altre forme di sostegno economico.

Gli indebiti percettori sono stati quindi segnalati per la decadenza dall’ammissione ai benefici richiesti e denunciati. Inoltre, è stata avviata l’azione amministrativa per il recupero delle somme già erogate, che ammontano complessivamente a circa 12 mila euro e sono state comminate sanzioni pecuniarie per circa 36 mila euro.

LE DICHIARAZIONI DI MUSUMECI

EMERGENZA A VITTORIA: 410 CASI, FILE DI AMBULANZE AL “GUZZARDI”

MUSUMECI E IL DDL: “NESSUNO QUI VUOL RIAPRIRE SUBITO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI