corleone, sequestrato un milione e mezzo di euro alla famiglia lo bue

Corleone, tagliato l’albero d’ulivo dedicato ad una sindacalista in un terreno confiscato

Tagliato un albero d’ulivo dedicato alla sindacalista Sandra Cappellini. Questa l’amara scoperta in contrada “Torre dei fiori” a Corleone (Palermo), su un vigneto confiscato alla mafia e assegnato alla cooperativa “Lavoro e non solo”. Ignota l’identità degli autori del gesto.

L’albero, piantato nel 2014, cresceva accanto alla targa dedicata alla dirigente della Cgil Toscana, impegnata coi campi di lavoro e di studio a rinforzare il “ponte della solidarietà” tra la Toscana, la Sicilia e Corleone e scomparsa il 2 giugno del 2014, all’età di 44 anni.

Il segretario della Cgil Palermo, Calogero Guzzetta, il responsabile del dipartimento Legalità della Cgil Palermo, Dino Paternostro e il segretario della Cgil di Corleone, Cosimo Lo Sciuto affermano: “Esprimiamo ferma condanna per un atto di vandalismo che colpisce una cooperativa che lavora per rendere produttivi i terreni del Corleonese confiscati ai boss e la Cgil, organizzazione impegnata nella lotta contro la criminalità organizzata, il lavoro nero e lo sfruttamento. Simili atti consolidano ancora di più la nostra convinzione che bisogna proseguire con sempre maggiore impegno nella lotta per il lavoro, per i diritti, per liberare la nostra terra dalla mafia e per la tutela della memoria”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI