Coro di critiche contro Musumeci: “Scarica sempre la colpa sugli altri” / REAZIONI

Come era prevedibile, la presa di posizione del presidente Nello Musumeci sui dipendenti regionali (definiti per il 70% “inutili”) ha scatenato reazioni robuste da parte di tutte le forze di opposizione.

GIUSEPPE LUPO (capogruppo PD all’Ars) – “Musumeci aveva detto che il fallimento del Click day era dovuto a ‘problemi di linea del gestore telefonico’, adesso invece se la prende con i suoi dirigenti regionali. E torna anche a puntare il dito contro i dipendenti regionali, probabilmente dirà che è colpa loro se non è stato ancora speso un solo euro dei 75 milioni stanziati in finanziaria regionale per il settore del Turismo. Perché per Musumeci le colpe sono sempre degli altri. Dopo la Fiera del Cavallo di Ambelia, pensavamo che lo sport preferito di Musumeci fosse l’ippica, invece prendiamo atto che resta ancora lo scaricabarile: in questa disciplina resta un campione”.

ANTONELLO CRACOLICI (deputato PD all’Ars) – “Musumeci accumula figuracce una dietro l’altra e per tentare di nascondere i suoi fallimenti s’inventa un nemico al giorno da gettare in pasto all’opinione pubblica. Questa situazione ormai è evidente a tutti, anche fra i suoi sostenitori più stretti c’è chi inizia a manifestare imbarazzo ed insofferenza per la sua inadeguatezza. Sono sempre di più quelli che, nella maggioranza, non vogliono essere associati ai suoi fallimenti ed iniziano a smarcarsi da lui. Musumeci è ogni giorno più solo ma invece di ammettere i suoi errori se la prende con chiunque tranne che con se stesso, cioè il vero responsabile di una Sicilia allo sbando”.

GIOVANNI DI CARO (deputato M5S all’Ars) – “Il 70 per cento dei deputati regionali inutile? Musumeci si metta d’accordo con se stesso. Se è vero quanto dice, allora ci dovrebbe spiegare perché il suo governo sta preparando la promozione in massa dei dirigenti. Sparare nel mucchio è sempre sbagliato, in quanto si finisce con lo screditare tutti i lavoratori, anche chi lavora con serietà, professionalità e dedizione. Musumeci è l’emblema delle contraddizioni”.

GIUSEPPE BADAGLIACCA E ANGELO LO CURTO (Siad-Cisal) – Il Governatore Musumeci torna a scagliarsi contro i dipendenti della Regione Siciliana, definendoli ‘inutili’ e ribadendo le frasi offensive dei mesi scorsi contro le quali abbiamo già sporto querela. Sorprende però che a fare la predica sia proprio il capo di un Governo che è riuscito, lui sì, a danneggiare le imprese siciliane con il flop del click day e della cassa integrazione: non ci risulta nessuno si sia dimesso, quindi farebbe meglio a tacere”.

GIANGIACOMO PALAZZOLO (sindaco di Cinisi e membro del comitato promotore di “Azione”) – “Alla Sicilia non serve il grande inquisitore ma qualcuno che provi ad invertire la rotta affrontando seriamente i problemi e provando a risolverli. Cercare colpevoli è forse una buona cortina fumogena per nascondere i limiti della propria azione di governo ma quando saranno finiti gli assessori, i dirigenti e i dipendenti regionali a cui dare la colpa allora i problemi si riproporranno tali e quali insieme con le soluzioni inadeguate proposte”.

CORONAVIRUS: IL BOLLETTINO DELLA SICILIA (15 OTTOBRE)

COVID: FIRMATA L’ORDINANZA REGIONALE

MUSUMECI: “DIPENDENTI REGIONALI? IL 70% E’ INUTILE”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI