Coronavirus a Palermo, in una clinica due dipendenti positivi. Salgono a 4 i casi in Rap

La nuova impennata di casi di Coronavirus sta creando nuovi disagi in tutta la Sicilia. La cronaca fa registrare alcune situazioni delicate anche a Palermo.

Due dipendenti della clinica Noto di Palermo sono risultati positivi dopo avere effettuato i tamponi. Sono un’infermiera e una operatrice sanitaria che si trovano da ieri sera in isolamento domiciliare. La casa di cura Noto Pasqualino avendo appreso che una sua dipendente è positiva al tampone per Sars cov 2 per contatti avuti all’esterno della struttura, ha avviato dei tamponi su tutto il personale ed i pazienti ricoverati ed ha rintracciato un ulteriore dipendente positiva.

Giovanni Centineo direttore sanitario della struttura ha commentato: “Di conseguenza in maniera precauzionale abbiamo bloccato i ricoveri ed ogni tipo di accesso alla struttura. Si stanno definendo gli ultimi tamponi. Di quanto sopra è stato informato il Dipartimento di Prevenzione dell’Asp Palermo”.

Salgono invece a quattro i dipendenti della Rap, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo, risultati positivi al coronavirus. Lo comunica il presidente dell’azienda Giuseppe Norata. “Abbiamo avuto la comunicazione dall’azienda sanitaria che sono quattro i dipendenti positivi, due sono capi aerea – dice Norata – Questo ha scatenato un po’ di fibrillazione nella società. Abbiamo attivo le convenzione: con il Buccheri La Ferla per tamponi e uno con il laboratorio d’analisi per i test sierologici. Già in 15 siamo stati sottoposti al tampone e 50 dipendenti al sierologico. Palermo non può permettersi défaillance. Stiamo cercando di gestire le paure dei lavoratori e l’emergenza sanitaria”.

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 4 SETTEMBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI