Coronavirus, altri tre casi a Palermo. Primo contagiato a Enna: è un anziano

I casi di contagio aumentano anche in Sicilia pur restando in una percentuale significativamente bassa rispetto alle cifre delle cosiddette “zone rosse”. Si registrano altri tre nuovi casi di coronavirus a Palermo.

Il primo riguarda un camionista di 55 anni risultato positivo al tampone dopo che gli è stata diagnosticata una polmonite in fase iniziale. Il camionista è stato trattato nelle tende del pre-triage dell’ospedale Cervello, sistema che ha funzionato correttamente. E’ stato trasferito all’ospedale di Caltagirone. Nella provincia di Palermo, infatti, sono già stati esauriti i posti letto nei reparti Malattie infettive a pressione negativa, necessari per un isolamento assoluto.

Sempre al Cervello è ricoverata una donna palermitana che è stata fuori in viaggio ed è transitata dall’aeroporto di Bergamo. Anche lei è risultata positiva al tampone.

E’ risultata positiva al coronavirus anche la moglie del carabiniere ricoverato all’ospedale Civico venerdì sera. La coppia è tornata dal Trentino il 25 febbraio scorso a bordo di un aereo partito dall’aeroporto di Verona. Marito e moglie avevano lavorato tra caserma e palazzo di giustizia per un paio di giorni.

E’ infine ancora ricoverata al Cervello la turista bergamasca, primo caso di coronavirus in città, che è ormai senza febbre da sette giorni.

CASO A ENNA: Primo ricovero per coronavirus a Enna. E’ un paziente di 85 anni che nella notte, è stato trasferito da Sciacca all’ospedale Umberto I di Enna ma non è ricoverato in terapia intensiva come si era detto in un primo momento.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI