Coronavirus, autocertificano di essere “usciti per droga”: nove denunciati a Catania

Sono nove le persone denunciate in questi giorni dalla polizia a Catania a seguito di controlli per il rispetto del decreto anti-Coronavirus per avere scritto sul modulo dell’autocertificazione che il motivo di “necessità” per il proprio spostamento era quello di essere usciti di casa per comprare la droga.

I nove assuntori di sostanze stupefacenti hanno un’età compresa dai 18 ai 55 anni (coperte tutte le fasce intermedie): nei documenti consegnati agli agenti vi è anche l’indicazione della ‘piazza di spaccio’, quella di viale Grimaldi, in cui vanno a rifornirsi. Tra loro c’è anche chi è arrivato a Catania da Comuni vicini, pur di rifornirsi di droga.

Un 44enne ha fatto mettere a verbale dalla polizia di “essersi recato in viale Grimaldi per acquistare stupefacente poiché stanco di stare in casa”. Un 40enne ha detto agli agenti di essere andato a comprare la droga perché “insofferente dopo 10 giorni di permanenza a casa”. Tutti sono stati sanzionati dalla polizia.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI