Coronavirus, Caltanissetta piange la morte di un medico: era ricoverato da 4 giorni

E’ morto oggi pomeriggio all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta il medico di Riesi, Calogero Giambarresi, di 69 anni, ricoverato sabato scorso dopo essere risultato positivo al coronavirus.

Il medico, dopo un primo giorno trascorso in Malattie Infettive, si era aggravato improvvisamente ed era stato intubato e trasferito al reparto di Rianimazione nella sala dedicata alla cura del Covid-19. Troppo grave la polmonite causata dal coronavirus. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo ma oggi, purtroppo, è deceduto.

E’ il secondo morto in provincia di Caltanissetta. Il primo, un biologo di 58 anni, nisseno era morto l’11 marzo, dopo aver contratto il coronavirus.

“Siamo profondamente addolorati per la scomparsa di un professionista serio, altruista con i suoi pazienti e punto di riferimento per la sua comunità, che non ha mai tradito i valori del giuramento di Ippocrate – dice il presidente dell’Ordine, Giovanni D’Ippolito -. Purtroppo la nostra professione sta pagando un prezzo altissimo a causa della pandemia, e la morte del collega Giambarresi e di tanti altri medici e operatori sanitari nel resto d’Italia, molti dei quali caduti durante lo svolgimento della professione, dimostra che siamo tutti a rischio e quindi bisogna consentirci di poter operare in condizioni di sicurezza. Siamo vicini alla famiglia del nostro collega, alla quale giunga l’abbraccio di tutta la comunità dei medici iscritti al nostro Ordine in questo triste momento”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI