Coronavirus, il bollettino degli… “scappati di casa”: denunce in tutta la Sicilia

Insieme al bollettino dei contagiati, ogni giorno dobbiamo anche aggiornare il bollettino degli “scappati di casa”, quello cioè di coloro che per idiozia, esigenze apparenti o spocchia, continuano ad eludere le prescrizioni del governo di restare a casa tranne che per i casi di comprovata necessità.

A Bagheria, in provincia di Palermo, la Polizia ha arrestato in flagranza per violenza e minaccia a pubblico ufficiale due ventenni di Bagheria. Durante i normali controlli alcuni poliziotti hanno notato in strada un gruppo di persone e hanno identificato due ragazzi che erano ubriachi. Uno dei due, già sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, è fuggito ed è stato fermato poco dopo mentre girava in scooter. Entrambi hanno aggredito e ingiuriato i poliziotti.

Trenta persone sono state denunciati da carabinieri nel Catanese, alcuni erano in un’area di rifornimento, 11 pregiudicati parlavano tra loro nelle strade di Biancavilla mentre a Belpasso i carabinieri hanno denunciato un 17enne che vendeva marijuana, che è stato accusato anche di spaccio di stupefacenti.

A Mondello sono stati denunciati tre ciclisti provenienti da Brancaccio e un cittadino che stava facendo il bagno a mare. Un uomo si è giustificato sostenendo che era impellente per lui andare dalla sua donna anche se si trovava dall’altra parte della città; a Ficarazzi alcune persone avevano organizzato una partita di calcetto in strada; nel parcheggio di via Basile, una coppia è stata denunciata mentre si accingeva ad appartarsi e nei pressi di via Calatafimi il titolare di una parrucchieria è stato denunciato in quanto l’esercizio è stato trovato con un cliente pure lui sanzionato. Infine i militari hanno denunciato una coppia in via Malaspina, davanti al carcere per i minorenni, mentre stavano facendo esplodere fuochi d’artificio: volevano festeggiare il compleanno del figlio che detenuto.

PATRONAGGIO, MASSIMA SEVERITA’ VERSO CHI TRASGREDISCE

CORONAVIRUS, BOLLETTINO SICILIA 19 MARZO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI