Coronavirus, il bollettino della Sicilia del 28 luglio: giallo sul numero dei contagi

Sono 19 i nuovi contagiati dal coronavirus in Sicilia, nove dei quali migranti sbarcati sull’isola. E’ quanto emerge dal report quotidiano di oggi, 28 luglio, trasmesso dall’assessorato regionale alla Salute al Ministero della Sanità. Tra i migranti otto casi sono stati individuati in seguito ai test effettuati sui profughi sbarcati a Pozzallo (Ragusa) e uno nel palermitano.

Gli altri dieci pazienti positivi sono così suddivisi per provincia: cinque nel catanese (quattro riconducibili al cluster dell’hinterland etneo e uno in seguito al tampone effettuato prima di un ricovero in ospedale); altri quattro sono stati registrati nel messinese (tre collegati al cluster dell’Istituto ortopedico e uno sempre in seguito al pre triage ospedaliero) e infine uno nell’agrigentino.

E’ stato dunque risolto un piccolo disguido. Nella tabella diffusa dal Ministero della Salute, infatti, non risultavano nuovi casi di contagio ma in realtà il totale dei casi era aumentato di 19 (anche il calcolo dei contagi nazionali è stato cambiato, non 181 ma 210).

In Sicilia i casi totali sono dunque adesso 3.215 e per effetto dei 7 guariti il totale degli attualmente positivi è aumentato di 11 unità attestandosi a quota 206.

Aumentano sensibilmente i ricoverati (+ 9) che salgono a 31 ma in terapia intensiva adesso i malati sono 2 e non più 3. Nessun decesso nelle ultime 24 ore

I tamponi processati sono stati 3.022 per un totale di 267.962.

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 27 LUGLIO

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 28 LUGLIO 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI