Coronavirus in Italia, il bollettino del 12 novembre: 38.000 contagi, 636 decessi

Riprende la corsa dei contagi, 37.978, in salita rispetto agli ultimi giorni sebbene frutto di 234.000 tamponi, un numero decisamente alto. I morti sono 636, confermando la tendenza degli ultimi giorni. È quanto si legge nel bollettino di oggi, giovedì 12 novembre, diffuso dal Ministero della Salute.

Il totale dei casi individuati da inizio epidemia sale così a 1.066.401, mentre i morti sono ora 43.589. In un singolo giorno non si registrava un numero così alto di vittime dal 6 aprile scorso, anche in quel caso furono 636.

Sono 89 in più nelle ultime 24 ore i pazienti in terapia intensiva per il Covid in Italia. Le persone in rianimazione sono ora 3.170.

I ricoverati con sintomi per Covid in Italia sono aumentati di 429 unità e sono ora 29.873. In isolamento domiciliare ci sono 602.011 persone (+21.178). Gli attualmente positivi sono 635.054 (+21.696), i guariti e dimessi sono 387.758 (+15.645).

E’ ancora record sui tamponi in Italia: sono 234.672 quelli effettuati nell’ultimo giorno, circa novemila più di ieri. Il rapporto tra positivi e test risale al 16,18%, quasi il 2% in più rispetto a ieri.

Resta la Lombardia la regione con il maggiore aumento di nuovi casi: 9.291. Seguono il Piemonte (4.787), la Campania (4.065), il Veneto (3.564), il Lazio (2.686), l’Emilia Romagna (2.402) e la Toscana (1.932). Sul totale di 636 vittime nelle ultime 24 ore, 187 sono state registrate nella sola Lombardia.

Questi i dati del Ministero:

Attuali positivi: 635.054 (+21.696)
Deceduti: 43.589 (+636)
Dimessi/Guariti: 387.758 (+15.645)
Totale casi: 1.066.401 (+37.978)

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 11 NOVEMBRE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI