Coronavirus in Italia, il bollettino del 16 ottobre: sfondata quota 10.000

Sfondata quota 10.000, per la precisione 10.010 contagi (ieri 8.804). E continua a essere alto anche il numero dei morti, 55 nelle ultime 24 ore (ma ieri 83). I tamponi sono stati 150.377. È quello che si legge nel bollettino di oggi, venerdì 16 ottobre, diffuso dal Ministero della Salute.

Si appesantisce la prospettiva per le settimane future e difatti si stanno studiando nuovi provvedimenti per arginare i nuovi contagi. Con i dati di oggi sale al 6,6% la percentuale di positivi al Covid in Italia per tamponi effettuati.

Aumentano ancora i ricoveri: nelle ultime 24 ore sono stati 382 in più rispetto a ieri (complessivamente 6.178). In aumento anche le terapie intensive (+52), ora in tutto 638. Superata quota 100 mila per i malati in isolamento domiciliare (+8.230, in tutto 100.496).

Rispetto a ieri sono stati effettuati circa 12.500 tamponi in meno. Gli attualmente positivi sono 107.312 (+8.046). I decessi hanno raggiunto la cifra di 36.427 (+55). I guariti sono 247.872 (1.908).

Sono 107.312 le persone attualmente positive al Covid in Italia (8.046 in più rispetto a ieri). In Campania i casi sono saliti a 1.261 e difatti il Governatore De Luca già preannuncia decisioni forti. In Lombardia sono addirittura 2.419. E adesso sono 18 le Regioni che denunciano contagi a tre cifre.

Intanto parte un appello agli italiani da parte di Silvestro Scotti, segretario generale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg): “È giunto il momento che i cittadini considerino la necessità di un autolockdown per limitare al massimo il rischio di contagio a fronte dei numeri in preoccupante crescita”.

CONFRONTA I DATI CON QUELLI DI IERI, 15 OTTOBRE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 16 OTTOBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI